.
Annunci online

pensieri sparsi e cazzate on-line!
CULTURA
7 agosto 2010
Metà Bimba Metà Sirena

Affondare i piedi e le mani nude nella soffice sabbia era ilpiacere più grande per la PiccolaElena. Aveva la sensazione di immergersinella panna, come se tutta la spiaggia fosse un enorme gelato: la calda esoffice panna in superficie e la fredda e più consistente nocciola all’interno.Riempiva il bicchiere di plastica di milioni di granelli per poi venderli aisuoi clienti immaginari. Un cliente particolarmente esigente pretendeva unabella granita fresca, perciò la PiccolaElena fu costretta a scavare per trovare la sabbia piùdura e bagnata, quella che entra in contatto con l’acqua. Scava-scava,scava-scava e…zac! Il suo piccolo mignolino era stato morso da qualcosa! Allorala PiccolaElenafa capolino nella sua profonda buca e scopre che dentro la pozzangherinanuotava un piccolo pesciolino color argento. Facendolo accomodare nel bicchieredel gelato, la PiccolaElena gli restituisce la libertà nell’infinito mare.Ma, proprio mentre immergeva la sua mano nella salata acqua di mare, tantialtri piccoli pesciolini color argento le si fiondano sopra per cibarsi dellasua mano. La PiccolaElenaallora iniziò a pensare che la sua giornata stava per prendere una piegasbagliata. Decise perciò di tuffarsi in acqua per rigenerarsi ma il mare, ahimè,la prese in parola: mentre scorreva sulla sua pelle la trasformava, lari-generava appunto, e alla fine si scoprì una bimba-sirena! Aveva il corpometà bimba e metà pesce, il sogno di tutte le bambine! Ma questo, come il suocorpo, era un sogno a metà, ahimè! La PiccolaElena era sì diventata metà bimba e metàpesce ma erano le metà sbagliate! Le gambe erano rimaste quelle di semprementre erano le sue braccia ad essere cambiate. Aveva al loro posto due bellepinne color argento. Allora la PiccolaElena non ebbe più alcun dubbio: la sua giornata avevapreso veramente una piega sbagliata…  

Pamela


sfoglia
luglio        settembre





HUBLOT CHI?

Calabrese adottato dalla Capitale, bianco caucasico, capelli neri, occhi castani, normalmente alto.

Anti-berlusconiano, senza paura di dirlo, senza Dei e senza bavaglio in una parola Nichilista (nel senso di Vendola).
Vivo con Pamela, che ogni tanto si intrufola a postare i suoi racconti, e Roger, che non scrive sul blog perché è un gatto


e-mail:
mlenders84@rocketmail.com


Bookmark and Share

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte

FACEHUBLOTBOOK



Vday

Vday




www.flickr.com