.
Annunci online

pensieri sparsi e cazzate on-line!
musica
24 ottobre 2010
5 consigli su come "leggere" le recensioni musicali
Ho notato che da qualche giorno, ed anche più, nella blogosfera si parla di questa lista di consigli (in italiano qui) su come scrivere una recensione musicale.
C'è chi la critica, chi la condivide, chi la prolunga, chi "io non sono nessuno per dare consigli, ma..", chi "lui non è nessuno per dare consigli, e.." insomma se ne parla. Io l'ho letta tutta ed alla fine è venuta anche a me la voglia di dare consigli, e poiché non scrivo recensioni ma le leggo ho pensato di scrivere "5 consigli (di più è autocelebrazione!) su come "leggere" le recensioni musicali

1. Leggi sempre le recensioni dopo aver ascoltato il CD, saprai come leggerle

2. Chi scrive recensioni musicali solitamente (si spera) è un "esperto di musica" e non di recensioni, cerca di capire!

3. Le "nuove promesse del panorama musicale italiano" il più delle volte fanno cagare, altre sono dei geni: la linea è sottile 

4. Un gruppo, o musicista, descritto come "brioso" fa sempre cagare e non ha niente a che vedere col genio

5. Assante non è la Bibbia, al massimo un versetto, e si! RockIT è radical chic


"I criticise people 
and in return I am not surprised 
if other people criticise me. 
It is part of the whole deal 
of being in the public arena."

Everett True

Comunque sia i consigli aggratisse non vanno mai seguiti..



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. recensioni musica consigli

permalink | inviato da mlenders il 24/10/2010 alle 2:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
CULTURA
11 ottobre 2010
Rubicchio. L'eroe italiano specchio del paese
Non so quanti di voi abbiano avuto occasione di vedere un video di "Rubicchio", cartoon che va in onda su Moby TV, (che trasmette in metropolitana e autobus di varie città italiane)?
Bene, per chi non lo sapesse Rubicchio è il ladruncolo dell'immagine qua a fianco.
E' un personaggio simpatico, della serie "sono dolce e sfigato, amami!". Sfigato lo è davvero, infatti, a causa di una maledizione scagliatagli contro da una zingara è sballottato nel tempo avanti e indietro, ed in ogni avventura ha sempre qualcosa da rubare, ma la fortuna non lo aiuta mai. Infatti, appena riesce a mettere le mani sul suo obiettivo la maledizione si fa viva e un "POooF" lo rispedisce nella dimensione spazio temporale. Devo dire che ogni puntata riesce ad essere originale e divertente e quasi mai banale, al punto d'avere un vero seguito e un sito internet dedicato ai suoi fan.
La cosa non è una notizia degna di post, ma io ricordo le prime puntate del nostro eroe, in ognuna la morale era "ATTENTI AI BORSEGGIATORI".
Ma negli anni qualcosa è cambiato, da ladro beccato e punito dalla polizia, dalla randellata di una vecchietta ecc., si è passati a "Rubicchio protagonista di un appassionante viaggio nel tempo, dove lui fa le marachelle, gli vanno male, ma comunque se la scampa".
In poco tempo da ladro si è trasformato nell'eroe che meglio incarna i valori del nostro paese. Come diceva mia nonna:
"Povera Italia, e disperata Francia"

PRIMA


DOPO


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. rubicchio ladro italia eroe italiano

permalink | inviato da mlenders il 11/10/2010 alle 12:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
settembre        novembre





HUBLOT CHI?

Calabrese adottato dalla Capitale, bianco caucasico, capelli neri, occhi castani, normalmente alto.

Anti-berlusconiano, senza paura di dirlo, senza Dei e senza bavaglio in una parola Nichilista (nel senso di Vendola).
Vivo con Pamela, che ogni tanto si intrufola a postare i suoi racconti, e Roger, che non scrive sul blog perché è un gatto


e-mail:
mlenders84@rocketmail.com


Bookmark and Share

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte

FACEHUBLOTBOOK



Vday

Vday




www.flickr.com